I Simpson contro i Simpson: succederà ad Halloween!

Non so voi, ma per me ripensare ai primissimi Simpson equivale a fare un tuffo a candela nel periodo a cavallo tra la fine degli ’80 e l’inizio dei ‘90: un’epoca di transizione. Uno spartiacque tra due mondi. Quello delle elementari, con la smania per gli Exogini, le figurine Sgorbions e le action figure di Hulk Hogan e André the Giant.

I Simpson contro i Simpson: succederà ad Halloween! 1 Exogini e1411646263677
I mitici Exogini. Ma voi ce l’avevate Mefisto in versione nera??? (Image courtesy of L’antro atomico del Dr. Manhattan)

E le medie: un periodo segnato dall’emergere delle prime ansie di autodeterminazione estetico-sociale; da cui l’obbligo di avere uno zaino Seven o Invicta, la vergogna se non si poteva sventolare in classe un diario targato Comix o Smemoranda e l’invidia manifesta per i compagni che potevano permettersi le agognate Air Max 270.

I Simpson contro i Simpson: succederà ad Halloween! air max 931 e1411646211300
Leggendarie Air Max 93 (anche conosciute come Air Max 270). Chi le aveva era praticamente adorato come un dio e aveva frotte di ragazze – è proprio il caso di dirlo – ai suoi piedi.

E a vegliare su tutto questo turbinio di emozioni, speranze e riti di passaggio c’erano proprio loro: i primissimi Simpson, quegli ometti gialli, tremanti e sghembi che fecero il loro debutto italiano l’1 ottobre 1991 su Canale 5 (nella loro patria, gli Stati Uniti, l’esordio era avvenuto già nel 1987 sottoforma di piccoli corti animati trasmessi durante il Tracey Ullman Show) diventando l’emblema di un’epoca.

E che grazie alla loro verve irriverente, alla personalità chiassosa e all’ironia sempre affilata, hanno dato un nuovo volto e un nuovo significato al concetto di “cartone animato”.

Lo storico logo di Canale 5. Ah, quanti ricordi!  I Simpson contro i Simpson: succederà ad Halloween! can5 e1411647037984
Lo storico logo di Canale 5. Ah, quanti ricordi!

Ora, a 27 anni dalla loro nascita, i Simpson vivranno un momento molto speciale in occasione del tradizionale episodio speciale di Halloween intitolato Treehouse of Horror, – da noi La paura fa Novanta – che andrà in onda negli Stati Uniti il 19 ottobre 2014 (da noi arriva solitamente con alcuni giorni di ritardo).

E sarà un revival senza precedenti nella storia dei Simpson. Sì perché i vecchi Homer e famiglia si erano già visti in due occasioni (in Cosa aspettarsi quando si vuole aspettare, terzo episodio della ventiquattresima stagione; e, l’anno scorso, nella sigla dello speciale Halloween realizzata in esclusiva da Guillermo del Toro), ma questa volta godranno di un ruolo senza precedenti. Secondo le indiscrezioni degli autori, i vecchi Simpson – assassinati e sepolti sotto casa Simpson – torneranno a visitare i loro discendenti sottoforma di fantasmi. In America sarà un duello di virtuosismi vocali per i doppiatori della famiglia gialla, che sono sempre rimasti gli stessi ma che qui dovranno provare a “ricreare” le loro “vecchie” voci in un dialogo surreale e imperdibile.

Ma qui da noi? È un grosso problema quello che si profila sul fronte del doppiaggio italiano: già, il nuovo doppiatore di Homer, Massimo Lopez – subentrato al compianto Tonino Accolla, scomparso il 14 luglio 2013 ma eternamente immortalato nella nostra gratitudine e nella nostra ammirazione – ha ricevuto un’accoglienza gelida dai fan della serie. E in più ora come farà a restituire in modo convincente la voce dello “storico” Homer? E se non lo farà lui, chi lo farà? È proprio il caso di dire “Ai posteri l’ardua sentenza”. Intanto i Simpson continuano a essere i Beatles dei cartoni animati. Eppure io continuo a sentire una fortissima nostalgia per quelli del 1991.

Image credit: FOX  I Simpson contro i Simpson: succederà ad Halloween! The Simpsons Tracey Ullman
Image credit: FOX

Comments

comments

Leave a Reply