Animali Fantastici e dove trovarli recensione harry potter, j.k.rowling, eddie redmayne colin farrell

Animali Fantastici e Dove Trovarli – Recensione

A volte quando guardi un film riesci a vedere che tutti o quasi quelli coinvolti si stanno impegnando davvero tanto. Attori che ci credono e buttano lì pure qualche finezza extra, registi che mollano volentieri il filo della pura cronaca per soffiare un alito di vita in qualche dettaglio che tanto dettaglio non è, magari una cura non banale per scenografie già altrimenti viste e riviste…in Animali Fantastici e Dove Trovarli si possono notare tutte queste cose, eppure alla fine si tratta di un altro film demotivato e interlocutorio, categoria prevalente nell’ambito blockbuster.

Peccato, perché David Yates è senza dubbio quello che ha fatto le cose più interessanti ai tempi di Harry Potter: lungi dal fermarsi all’action carico di CGI, in ben due dei quattro film da lui diretti il regista aveva tirato il freno dove serviva e si era immerso nel mondo magico di J.K. Rowling cercando di scrostarne la patina di serie e di fare qualcosa di significativo, di personale. In Animali Fantastici e Dove trovarli ritornano certe sue caratteristiche, ma non c’è sotto un plot abbastanza focalizzato o una sceneggiatura abbastanza tagliente.

La storia di Newt Scamander, pur reso con simpatia da Eddie Redmayne, e delle sue bestie magiche e delle conseguenze che il loro arrivo a New York sta per scatenare è un parziale rientro nei sollazzi infantili, un po’ come Lo Hobbit lo è stato rispetto a Il Signore Degli Anelli. Non c’è meraviglia, se non forse per i bambini, nel contemplare le prodezze delle creature in CGI, che ormai è la premessa di ogni blockbuster moderno.

C’è una coltre di immobilità che avvolge l’idea stessa di prequel, perché sai che la storia che hai davanti culmina in qualcosa di già visto. Non aiuta che in campo entrino personaggi poco interessanti (tranne Colin Farrell che compensa con il carisma e la bravura) con uno script privo di mordente, per cui la sensazione di girare in tondo ritorna più forte che mai.

Animali Fantastici e dove trovarli recensione harry potter, j.k.rowling, eddie redmayne colin farrell Animali Fantastici e Dove Trovarli Animali Fantastici e Dove Trovarli - Recensione beasts 2

La politica delle serie al cinema ha demolito i punti di riferimento delle storie. Non esistono più inizio e fine, neppure un climax definito, abbiamo solo una serie di avventure che ripetono gli stessi schemi in contesti un po’ diversi e che non danno mai il massimo perché, per dare il massimo, occorrono dei limiti, ad esempio quelli temporali, così che tutte le risorse preparino il colpo più forte, l’apice drammatico destinato a lasciare il segno.

Animali Fantastici e Dove Trovarli è un avvio lento. Da una parte è un bene, perché così c’è tempo di preparare un setting diverso dal solito e gustarne l’aspetto e l’atmosfera, dall’altro però non ci sono contenuti che richiedano un passo così tranquillo, e l’avventura ci viene proposta senza meccanismi fondamentali come la tensione o il senso della minaccia.

Gran parte del tempo se ne va per mostrare gli animali fantastici, per introdurre i personaggi un po’ strani, per creare momenti che cercano di essere buffi, con un tono che lascia intendere un afflato poetico che in realtà non si raggiunge mai: passato il primo momento di simpatia, si insiste su quegli aspetti più vistosi della magia che negli Harry Potter dello stesso Yates avevano giustamente ceduto il passo a forze narrative più adulte e interessanti.

Un prequel dovrebbe fare tesoro di ciò che si è conquistato in precedenza, invece Animali Fantastici e Dove Trovarli resetta tanto la storia che buona parte dell’esperienza accumulata. Non è un prodotto particolarmente commerciale, ma non è neppure molto intenso e deciso. Forse bisogna pensare che si tratta di uno spettacolo molto mirato, che parla a un pubblico che trae massima gioia semplicemente dal sapere che la sua saga preferita non sembra avere mai fine. Non si può negare che questo entertainment, così poco legato a una cronologia o a responsabilità definitive, trovi una gran quantità di spettatori entusiasti di stare al gioco. Il fatto poi che altri non lo facciano, beh, quella è un’altra storia.

Animali Fantastici e dove trovarli recensione harry potter, j.k.rowling, eddie redmayne colin farrell Animali Fantastici e Dove Trovarli Animali Fantastici e Dove Trovarli - Recensione beasts 4

Comments

comments

Leave a Reply